Le Apparizioni

Le date delle apparizioni

Giovedì 11 febbraio: prima apparizione.

Sabato 13 febbraio: Bernardetta va a confessarsi da don Pomian, vicario parrocchiale, autorizzandolo a parlarne al parroco, don Peyramale.

Domenica 14 febbraio: seconda apparizione.

Bernardetta portava con sè un pò d’acqua benedetta e le venne di dire: «Se Lei viene da Dio, restate. Altrimenti…».

Lunedì 15 febbraio: alla scuola, suor Anastasia le dice: «Monella! Se torni alla grotta sarai messa in prigione».

Martedì 16 febbraio: interviene la Sig. ra Milhet per avere il permesso di recarsi alla Grotta.

Mercoledì 17 febbraio: mercoledì delle ceneri.

Giovedì 18 febbraio: terza apparizione.

– “Volete avere la bontà di mettere per scritto il vostro nome?”

– Non è necessario.

– Volete avere la gentilezza di venire qui durante quindici giorni?

– Non vi prometto di rendervi felice in questo mondo, ma nell’altro.

– La Signora vi ha guardato e ha sorriso.

– E se tutto questo fosse la Santa Vergine? (Sig.ra Milhet).

Da Venerdì 19 febbraio a Giovedì 4 marzo:

tra la quarta e quinta apparizione (il 22 e 26 febbraio sono stati giorni senza apparizioni).

Sabato 20 febbraio: “Si parla troppo di te, bambina mia! Non devi più andare laggiù!” (la zia Basile).

Domenica 21 febbraio: interrogatorio del commissario Jacomet.

– Stai facendo correre tutti dietro a te.

– Non ho detto a nessuno di andarci.

– Mi prometti di non ritornare alla grotta.

– Ho promesso di ritornarci.

– Allora l’hai voluto tu. Chiamo i gendarmi perchè ti mettano in prigione.

Il papà assicura che Bernardetta non tornerà più alla grotta.

Lunedì 22 febbraio: giornata senza apparizione.

Don Pomian dice a Bernardetta: «Nessuno può impedirti di andarci».

Martedì 23 febbraio: alla grotta c’è anche qualche notabile del paese, tra questi il dott. Dozous.

Mercoledì 24 e giovedì 25 febbraio:

– Penitenza! Penitenza! Penitenza!

– Andate a bere alla sorgente e lavatevi!

– Mangiate quell’erba là!

Nel pomeriggio del giovedì, nella grotta scorre un rivoletto di acqua.

Bernardetta deve comparire dinanzi al procuratore imperiale Dutour.

Venerdì 26 febbraio: giornata senza apparizione. «Cosa le avrò fatto?».

Domenica 28 febbraio: comparizione dinanzi al giudice d’istruzione, Sig. Rives.

Martedì 2 marzo:

– Cosa ti ha detto?

– Di dire ai sacerdoti che si venga qui in processione.

– Ma se lui (il parroco) non ci vuol credere, ne faccia a meno. Io ho fatto la mia commissione!

– Signor parroco, “Aqueró” (prima di essere sicura che fosse la Madonna che le appariva, Bernardetta ha sempre usato questa parola per indicare la Signora) m’ha anche detto:

«Andate a dire ai sacerdoti di far costruire una cappella».

– Sono contentissima. Ho fatto tutta la commissione.

Mercoledì 3 marzo:

– Signor parroco, la Signora reclama ancora la cappella.

Giovedì 4 marzo: un signore le presenta la figlioletta cieca.

– Andate e fatela lavare alla sorgente!

Una signora le presenta un bambino malato:

– Signora, pregherò per vostro figlio; il cero mettetelo voi stessa alla grotta o in chiesa.

– Cosa ti ha detto la Signora?

– Le ho chiesto il suo nome e Lei mi ha sorriso.

Le ho chiesto di far fiorire il

roseto e Lei ha sorriso ancora.

Ma Lei vuole ancora la cappella.

Giovedì 18 marzo: comparizione dinanzi al procuratore, il commissario e il sindaco.

«Non so se ritornerò ancora alla grotta».

Giovedì 25 marzo: sedicesima aparizione.

Bernardetta arriva prima delle 5 di mattina.

C’è già tanta gente e tra questi il commissario.

– «Signorina, vorreste avere la bontà di dirmi chi siete, per piacere?».

Alla quarta richiesta, la Signora risponde:

– «Io sono L’Immacolata Concezione».

Bernardetta lascia una candela e corre dal parroco.

– «Una signora non può avere quel nome. Sai cosa voglia dire? Come puoi dire questo se non hai capito?».

Sabato 27 marzo: esame di tre medici.

Domenica 4 aprile: Pasqua.

Mercoledì 7 aprile: diciassettesima apparizione.

Bernardetta regge tra le mani la fiamma di una candela, senza ustionarsi (il “miracolo del cero”).

Dichiarazione del dott. Dozous: «Non so quel che tu vedi, ma ora credo che tu vedi qualcosa».

Dal 8 al 22 maggio: Bernardetta si trova alle terme di Cauterets.

Giovedì 3 giugno: Corpus Domini: Bernardetta può fare la Prima Comunione. Le chiedono:

«Di cosa sei più contenta, della Prima Comunione o delle Apparizioni?» -

«Sono due cose che vanno insieme, ma che non si possono confrontare. Sono felicissima di tutte e due».

Martedì 15 giugno: una staccionata impedisce l’accesso alla grotta.

Giovedì 15 luglio: in Sede di appello a Pau, alcune donne di Lourdes, che erano

state multate per essersi recate alla grotta, vincono il processo contro il Prefetto.

Venerdì 16 luglio: diciottesima e ultima apparizione.

Bernardetta è distante dalla grotta, a causa della staccionata.

– «Io non ho visto nè le tavole nè il Gave. Credevo di stare nella Grotta. Non vedevo che la Madonna».

– «Non l’ho mai vista così bella».