Perché Lourdes

Lourdes è un dono. Partire per questa avventura è ciò che ogni capo deve sperare di realizzare. Vi chiederete perché.

Perchè qui si attua la”sublimazione”di tutto ciò che un capo cerca, ha cercato e cercherà  di trasmettere ai suoi ragazzi .

Perché qui veramente l’im-possibile diventa possibile.

Perché anche chi non crede o possiede una fede tiepida, tiepida, trova la sua dimensione, si sente in pace con se stesso e con il mondo.

Perché questo è il luogo dove il diversamente abile diviene normalmente abile ,infatti tutto è plasmato intorno a lui e alle sue necessità e noi abbiamo il compito di collaborare per la sua felicità.

Perché quando si sale sul treno la tensione è forte, ma chilometro dopo chilometro avviene il miracolo ed al ritorno gli occhi di tutti sono radiosi, raggianti, il cuore è gonfio di amore rigenerato e già si pensa alla prossima volta.

Perché offrire una simile opportunità ai propri ragazzi è avere la certezza di aprire loro la strada verso la felicità.

Ogni capo dovrebbe provare questa esperienza con o senza ragazzi perché lì veramente si realizza quello spirito di servizio che dovrebbe improntare la nostra vita di ogni giorno. Lì veramente sentiamo l’abbraccio caldo, accogliente, materno, della Nostra Mamma Celeste.

Quella piccola grotta grigia diventa il nostro rifugio giornaliero, il luogo dove un nostro sorriso, un tocco di mano, una piccola carezza, il gesto solitamente più insignificante, diventa gioia, sostegno, felicità per chi è stato meno fortunato di noi.